Liposcultura glutei e cosce

Questa è senz'altro la zona corporea di maggiore accumulo di tessuto adiposo distrofico per lo più per fattori di familiarità ereditaria, anche coadiuvati da scarsa attività fisica e soprappeso. Tuttavia, quando tali accumuli sono presenti, anche la dieta migliore, pure associata ad esercizio, non riesce ad intaccare la loro massa. Talvolta la silhouette generale risulta addirittura peggiorata, con un'evidenza ancora maggiore delle aree in oggetto.

La metodica: microincisioni per lo più nascoste, un uso di microcannule, tecnica wet, medicazioni compressive e guaine. È essenziale che i tessuti da trattare abbiano sufficiente elasticità di compattezza per consentire, dopo il trattamento, un adeguato adattamento plastico e permettere di sfinare e slanciare il bacino. Nei casi più evidenti di cellulite potrà essere indicata la tecnica di liposcultura superficiale tridimensionale. Ove necessario, nel corso dell’intervento, si potrà procedere, utilizzando le stesse cellule adipose prelevate dal paziente e opportunamente trattate, ad un lipofilling. Ciò consiste nella reintroduzione del grasso in alcune zone che, per cause molteplici, appaiono come svuotate, al fine di ripristinare l'aspetto plastico tridimensionale delle forme.

L’intervento viene eseguito in sedazione profonda se esteso, più superficiale nei casi più lievi. Dura tra i 60 minuti e le tre ore, e può essere eseguito in regime di day-hospital, o con una notte di degenza.

La medicazione compressiva viene eliminata dopo alcuni giorni e le suture dopo 7-10 giorni. Brevi deambulazioni sono consigliate fin dal primo giorno postoperatorio e, successivamente nel corso delle settimane ogni attività, anche ginnica, potrà gradualmente essere ripresa. È indicato l’utilizzo di guaine di contenimento per le prime settimane.